Home > Salute e benessere > Medicina e Salute > Cattiva digestione: 7 rimedi naturali per digerire meglio

Cattiva digestione: 7 rimedi naturali per digerire meglio

La cattiva digestione, chiamata scientificamente dispepsia, è un disturbo fastidioso che spesso si accompagna a bruciore, dolore e gonfiore addominale, rigurgiti, eruttazioni, stipsi e sonnolenza. Le cause possono essere molteplici: da un’alimentazione scorretta al fumo, dalla masticazione frettolosa all’eccessiva ingestione di cibo, dall’abuso di farmaci a stress e depressione, fino a gravi patologie come ulcere e cancro allo stomaco. Per tutti quei casi che non necessitano dell’intervento medico e si limitano a un malessere passeggero, la natura ci offre tanti semplici rimedi per alleviare le conseguenze della dispepsia e liberarci da quella sensazione di pesantezza che rende spesso inattivi e irritabili. Come è possibile? Con i 7 seguenti rimedi.

digestione

Bicarbonato di sodio

Cominciamo dal più classico tra tutti i rimedi naturali. Basterà discioglierne un cucchiaino in un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente insieme a due cucchiai di succo di limone, che ne attenueranno il sapore amaro. Il segreto consiste nel bere il tutto durante l’effervescenza, che è proprio il momento in cui il bicarbonato svolge la propria funzione con la massima efficacia.

bicarbonato

Olio d’oliva

Oltre alle tante proprietà benefiche per l’organismo, l’olio di oliva aiuta persino a migliorare il funzionamento dell’apparato digerente. Di fatti, i suoi preziosi componenti non solo proteggono le pareti dello stomaco, ma stimolano anche la produzione di bile e di succo pancreatico. Si tratta di due liquidi, secreti rispettivamente da fegato e pancreas, che collaborano ai processi di digestione. Si consiglia di consumare due cucchiaini d’olio a digiuno, meglio ancora se accompagnati da del succo di limone.

olio e limone

Acqua e limone

Appena svegli, una tazza di acqua tiepida e succo di limone è un vero e proprio toccasana che, oltre a purificare l’organismo ed eliminare le tossine, aiuta la digestione e rinforza le difese immunitarie. In alternativa, per chi ha più pazienza e può concedersi qualche minuto di tempo in più, si può preparare un portentoso decotto con la buccia di mezzo limone. Basta lasciarla bollire in acqua per qualche minuto finché questa non ne avrà assorbito il colore e l’aroma. Una volta pronto, il decotto sarà filtrato e consumato caldo per potenziarne al massimo l’effetto digestivo.

acqua e limone

Infuso alle erbe

Sono davvero tante le erbe dal potere digestivo, capaci di favorire la secrezione gastrica e contribuire al buon funzionamento di pancreas e fegato. Il segreto consiste nel lasciarne in infusione pochi grammi e consumare dopo i pasti. Tra le droghe consigliate a questo fine vale la pena citare la genziana, il carciofo, l’achillea, il finocchio, la camomilla, lo zenzero, il rabarbaro, la cicoria, la salvia e la liquirizia.

infuso

Corretta alimentazione

Spesso i disturbi digestivi sono provocati da un consumo esagerato di cibi che risultano irritanti o pesanti per lo stomaco e provocano acidità gastrica. Per ovviare al problema, si consiglia di evitare gli alcolici, gli alimenti ad alto contenuto di grassi, le bevande gassate e le fritture. Inoltre, come pillole per un corretto stile di vita. è bene mangiare con calma, seduti a tavola, e non sdraiarsi né praticare un’intensa attività fisica subito dopo i pasti. Tra gli alimenti caldamente raccomandati, massima priorità alla verdura cruda, soprattutto se consumata a inizio pasto, e ad arancia e pompelmo, che migliorano la digestione e aiutano contro il gonfiore addominale.

alcolici

Borsa dell’acqua calda

Vecchio rimedio della nonna tramandato di generazione in generazione, favorisce i processi digestivi grazie alla dilatazione dei vasi sanguigni all’altezza dello stomaco. Soprattutto nelle fredde giornate invernali, è un’ottima soluzione per coccolarsi, riscaldarsi e alleviare i fastidi addominali.

borsa acqua calda

Yoga

Concludiamo con un rimedio che si presta ai casi di cattiva digestione legati a fattori psicologici come stress ed eccessiva tensione. Oltre alle soluzioni erboristiche sarà bene integrare il proprio stile di vita con strategie di rilassamento come la meditazione, la respirazione zen e gli esercizi yoga. Esistono, infatti, alcune particolari posizioni, chiamate del pesce e del fulmine, che stimolano l’apparato digerente prevenendo o curando i dolori o bruciori all’addome.

yoga

Ebbene, avete trovato il rimedio che fa per voi? Bastano davvero poche e semplici mosse per digerire bene e affrontare la giornata con un sorriso.

 

Articoli interessanti

Top