Home > Alimentazione > Guida alimentare > Sciroppo d’agave, il dolcificante naturale: fa bene alla salute o è meglio evitarlo?

Sciroppo d’agave, il dolcificante naturale: fa bene alla salute o è meglio evitarlo?

Pare siano molti i benefici dovuti all’assunzione di sciroppo d’agave, un dolcificante naturale da assumere nella dieta al posto dello zucchero. Questo dolcificante ha la particolarità di non cambiare il gusto degli alimenti che si ingeriscono, cosi’ da poter gustare appieno ad esempio il caffè e conoscere il suo reale sapore non modificato dallo zucchero. Potrebbe quindi essere un buon sostituto dello zucchero per le persone con particolari problemi i salute, come ad esempio il diabete. Non tutti però sono d’accordo con queste affermazioni, anzi.  Molti nutrizionisti non ne condividono l’utilizzo. Vediamo meglio cosa è lo sciroppo d’agave e da dove arriva.

Sciroppo d'agave

Come si produce lo sciroppo?

Lo sciroppo d’agave veniva utilizzato nell’antichità anche dagli aztechi ed è uno sciroppo dolciastro estratto da una pianta grassa originaria del Messico, appunto l’Agave Tequiliana Weber. Ciò che maggiormente indigna i nutrizionisti non è lo sciroppo in sé quanto piuttosto il metodo con il quale viene prodotto e l’eccesso di fruttosio concentrato presente in questo diffusissimo dolcificante naturale. Esso contiene, infatti, il 90% di fruttosio con un basso livello di indice glicemico, per questo utilizzato spesso dai diabetici. Questo risultato si ottiene grazie a processi chimici che rendono il prodotto conservabile per lungo tempo, cambiando inevitabilmente gli zuccheri presenti nella pianta e concentrandoli. Il tutto viene realizzato ad altissime temperature, che distruggono i minerali e le vitamine presenti nella pianta. Questo processo chimico non ha probabilmente nulla di naturale, per tale motivo gli addetti ai lavori sono  un poco titubanti sulla sua naturalezza.

Fa bene alla salute?

Evidentemente il succo d’agave ricavato dalla pianta attraverso processi chimici non è un prodotto del tutto naturale. Nonostante ciò ha degli aspetti positivi, che riguardano le caratteristiche proprie. È in realtà molto ricco in calcio, sodio e carboidrati con un apporto calorico di circa 60 calorie per 100 grammi. Il carboidrato che lo costituisce è l’inulina, ottimo per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. L’inulina aiuta anche la salute dell’intestino, facilitando la digestione e aumentando la flora batterica. La presenza di calcio lo rende utile nel combattere l’osteoporosi. Pare abbia anche ottime qualità antitumorali. Infine, essendo un dolcificante naturale, aiuta la dieta ed è utilizzabile dai diabetici. Resta comunque un prodotto oggettivamente non naturale, di conseguenza non ottimale per la nostra salute considerando il processo chimico a cui viene sottoposta la pianta per ottenere lo sciroppo d’agave. Inoltre l’alta concentrazione di fruttosio potrebbe risultare dannosa per il nostro organismo se assunto in quantità eccessive.

Articoli interessanti

Top